14 marzo 2017 Valentina De Laurentis

Wedding in India

Il matrimonio indiano è un sacramento ricco di significati, che affonda le sue radici nella tradizione dei Veda, i testi sacri dell’Induismo, ed è un’unione indissolubile non solo tra gli sposi, ma anche tra le due famiglie degli stessi.

Il matrimonio tradizionale indiano dura circa tre giorni. La prima sera c’è la notte henné, un particolare tatuaggio che decora le mani dalla sposa fra danze e musica. Inoltre è di rito cospargere con la curcuma la coppia di sposi.

Il secondo giorno è quello del matrimonio mentre durante il terzo viene organizzato un ricevimento da parte dello sposo.

60768_10151790912213103_90393584_n

Ovviamente il matrimonio indiano per eccellenza è un tripudio di colori, dove non possono mancare il rosso, l’oro, il giallo, il marrone e il rosa. Solitamente, soprattutto nella parte settentrionale, il rosso è il colore più importante anche se il suo ruolo da protagonista, con la modernità, ha lasciato spazio a tonalità più varie.

Assolutamente banditi il bianco e il nero. Il primo per motivi culturali risalenti ai tempi antichi, in cui il bianco era associato all’idea di morte a causa delle vedove che erano solite indossarlo per esprimere il lutto. Il nero è più semplicemente insolito per i matrimoni. Si fa eccezione per gli uomini, spesso in abiti neri o scuri per le nozze.

Il vestito della sposa per il matrimonio viene scelto dalla sposa e dalla sua famiglia. Al contrario, il vestito che la sposa indossa durante il terzo giorno viene scelto dalla famiglia dello sposo.

Di solito il menù è completamente vegetariano e può includere diverse varietà di cibo indiano e continentale

Un elemento di assoluto interesse è il rituale del Bandhan Gath, che prevede il posizionamento di sciarpe intorno alla sposa e allo sposo, che compiono i sette passi intorno al fuoco sacro della cerimonia e recitano invocazioni e promesse reciproche. Le due sciarpe sono quindi annodate insieme come il simbolo di un legame eterno, del loro impegno nella reciproca fedeltà.

Nei matrimoni indiani del Nord, la sposa e lo sposo dicono queste parole, dopo aver completato i sette passi:

“Abbiamo fatto i sette passi. Sei diventata mia per sempre. Sì, siamo diventati una coppia. Sono diventato tuo quindi non posso vivere senza di te. Tu non puoi vivere senza di me. Cerchiamo di condividere le gioie. Siamo l’unione di parola e significato. Tu sei il pensiero ed io sono il suono. Che la notte sia miele dolce per noi. Che la mattina sia miele dolce per noi. Che la terra sia miele dolce per noi. Che il cielo sia miele dolce per noi. Che le piante siano miele dolce per noi. Che il sole sia tutto il miele per noi. Possano le mucche produrre per noi latte dolce come miele. Come i cieli sono stabili, come la terra è stabile, come le montagne sono stabili, come l’intero universo è stabile, così la nostra unione sarà definitiva”.

Immagini prese dal web

Tagged: , , , , ,